lunedì 26 novembre 2012

Galeotta Fu la Luna di Anne Stuart



Titolo: Galeotta Fu la Luna
Titolo Originale: Cry for The Moon (1988)
Autore: Anne Stuart
Editore: Harlequin - Collana "Harmony Destiny"
Anno: 1992
Pagine: 164
Genere: contemporaneo
Ambientazione: Chicago, USA
Collegamenti con altri libri: no

Trama: There's nothing like the brisk autumn nights of the North. As cold winds rattled through broken windows and loose doors. Farnum's Castle felt like an icebox. Marielle Brandt couldn't complain to the landlord - she was the landlord, having inherited her husband's mounting debts and title to the weirdest apartment building in the history of human habitation. The plumbing was shot, the stairs were treacherous and the place was haunted. The tenants were a raggle-taggle group of refugees, witches and warlocks. But he weirdest part was that Farnum's Castle felt like home, and the tenants like family. Especially Simon Zebriskie, who gruffly dispensed help and advice, and felt like someone Marielle had been seeking all her life to warm her heart on even the coldest Chicago night.

Marielle ha ereditato una castello... o meglio Farnum's Castle, che di castello ha ben poco e che altro non è che un palazzo fatiscente e misterioso. Quando vi giunge, in una fredda giornata d'ottobre, Marielle rimane subito impressionata dai suoi strani abitanti: due anziane chiromanti, una famiglia reale decaduta, un mago, una ragazzina incinta, un fantasma e... Simon, l'angelo custode di quella strana famiglia. Quando Simon vede Marielle ne rimane subito attratto, anche se ha da tempo superato gli anta e crede di essere immune al fascino femminile. Sarà invece proprio lui che le farà conoscere le gioie dell'amore e la passione...

Ah, ogni tanto ho bisogno di una bella iniezione di Stuart! E poco importa che sia un romanzone o un racconto datato, Anne ha sempre una marcia in più! Qui troviamo Marielle, giovane vedova con due figli piccoli a carico, e Simon, quarantaduenne dj divorziato all'apparenza cinico e distaccato ma con un cuore d'oro. Nessuno dei due vuole innamorarsi nuovamente ma nessuno dei due può fare nulla contro un'attrazione che divampa subito potente. E' un racconto e, data la brevità, non riusciamo a conoscere a fondo personaggi e situazioni; il "ti amo" arriva per forza un pò in fretta, ma vale davvero la pena leggerlo per passare un paio d'ore spensierate, immersi in un'atmosfera quasi magica, dove vivono personaggi strampalati ma simpaticissimi, e dove il cattivo alla fine non è poi così cattivo.
Voto: 7,5

Nessun commento:

Posta un commento