lunedì 3 dicembre 2012

Zero at The Bone di Jane Seville



Titolo: Zero at the Bone
Autore: Jane Seville
Editore: Dreamspinner Press
Anno: 2009
Pagine: 308
Genere: Contemporaneo, M/M
Ambientazione: USA

Collegamenti con altri romanzi: E' un romanzo singolo ma l'autrice ha creato una serie di racconti con gli stessi personaggi (alcuni gratuiti sul suo sito, altri a pagamento)

Inedito in Italia

Livello di sensualità: hot

Trama: After witnessing a mob hit, surgeon Jack Francisco is put into protective custody to keep him safe until he can testify. A hitman known only as D is blackmailed into killing Jack, but when he tracks him down, his weary conscience won't allow him to murder an innocent man. Finding in each other an unlikely ally, Jack and D are soon on the run from shadowy enemies. Forced to work together to survive, the two men forge a bond that ripens into unexpected passion. Jack sees the wounded soul beneath D's cold, detached exterior, and D finds in Jack the person who can help him reclaim the man he once was. As the day of Jack's testimony approaches, he and D find themselves not only fighting for their lives... but also fighting for their future. A future together.

Dopo aver assistito ad un omicidio, il chirurgo Jack Francisco viene messo sotto custodia protettiva per tenerlo al sicuro fino a quando dovrà testimoniare. Un killer conosciuto solo come "D" viene costretto con il ricatto ad uccidere Jack, ma quando lo rintraccia, la sua coscienza non gli permette di uccidere un innocente. Trovando l'uno nell'altro un improbabile alleato, Jack e D sono ben presto in fuga da nemici oscuri. Costretti a lavorare insieme per sopravvivere, i due uomini forgiano un legame che si trasforma in una passione inaspettata. Jack vede l'anima ferita dietro l'apparenza fredda e distaccata di D, e D trova in Jack la persona che può aiutarlo a ritrovare l'uomo che era una volta. Mentre si avvicina il giorno della testimonianza di Jack, lui e D si trovano non solo a combattere per la loro vita ... ma anche per il loro futuro. Un futuro insieme.

Ho conosciuto questo romanzo tramite Goodreads. E' la mia seconda esperienza di lettura di un amore gay dopo "Rough Canvass": due romanzi molto diversi ma entrambi bellissimi. "Zero at the Bone" è il romanzo d'esordio, e a quanto mi risulta anche l'unico, di Jane Seville. I protagonisti sono apparentemente agli antipodi l'uno dall'altro: Jack è un chirurgo maxillo-facciale simpatico, solare, onesto e con un profondo senso di giustizia, che non esita a stravolgere la sua vita per mandare in galera degli assassini. Mentre D è un uomo che tutto avrebbe voluto diventare tranne ciò che è, ma anche un uomo a cui la vita ha riservato tante e tali sofferenze da averlo reso freddo e, apparentemente, insensibile. E'un killer, non possiede più nulla di ciò che era prima, neanche un nome (ormai è solo "D"), ma ha ancora delle regole morali molto precise: non uccide nessuno che non lo meriti. Scopriremo anche che in realtà fa molto di più (aiutando le autorità). D capisce subito che non può uccidere Jack; l'hanno ricattato per farlo ma, non solo Jack non merita di morire, lui lo guarda dritto negli occhi senza paura. Il killer sente fin da subito che la cassaforte impenetrabile in cui custodisce i suoi sentimenti e le sue sofferenze rischia di aprirsi, lasciandolo in balia di emozioni che rischiano di travolgerlo, ma accetta il rischio. Molto bello l'avvicinamento tra i due, la nascita di sentimenti forti ma allo stesso tempo molto delicati, sentimenti che dovranno superare molte difficoltà, ma che, alla fine, saranno la salvezza di entrambi.
Chi come me legge in Inglese ma non è madrelingua, potrebbe avere delle difficoltà: D parla con un accento particolare, del sud, che potrebbe essere di difficile comprensione all'inizio, anche se poi questa particolarità è un valore aggiunto che caratterizza ancora meglio questo incredibile personaggio. 
Voto: 8,5




Nessun commento:

Posta un commento