lunedì 21 gennaio 2013

Rilettura: Into The Fire di Anne Stuart



Titolo: Into The Fire
Autore: Anne Stuart
Editore: Mira
Anno: 2003
Pagine: 384
Genere: Contemporaneo, Romantic Suspense
Ambientazione: Wisconsin, USA

Collegamenti con altri romanzi: no
Inedito in Italia
Livello di sensualità: warm

Trama: Jamie Kincaid knows that she can't move on with her life until she has answers. And she's walking straight into the fire to find them. A year ago Jamie learned that her beloved cousin, Nate, had been killed. Beaten to death in what police suspect was a drug deal gone wrong, he was found by his childhood friend Dillon Gaynor. Dillon had always been the baddest of the bad boys, leading Nate astray, about Nate's death. He's not about to volunteer any information, and Jaime's only choice is to head to the Wisconsin town where he lives to find the answers for herself. Jamie shows up unannounced on Dillon's doorstep, only to find that Dillon is as dangerous and seductive as she remembers. But despite his silky hostility, she discovers that she can't leave. Things start disappearing, strange accidents begin to happen and Jamie doesn't know whether Dillon is trying to seduce her or scare her away. And if she gives in to his predatory games, will she lose her soul? Or her life? But something else -- something evil and threatening -- is going on. And Dillon knows more that he's saying. Is he the one behind the strange threats. . . or is he Jamie's only chance for survival?

Jamie Kincaid sa che non potrà andare avanti con la sua vita fino a quando non avrà delle risposte. E lei stà camminando dritta nel fuoco per trovarle. Un anno fa Jamie ha appreso che il suo amato cugino, Nate, era stato ucciso. Picchiato a morte in quello che la polizia sospetta fosse un affare di droga andato male, è stato trovato dal suo amico d'infanzia Dillon Gaynor. Dillon era sempre stato il più cattivo dei "bad boys", che aveva portato Nate sulla cattiva strada. Lui non ha nessuna intenzione di darle informazioni sulla vicenda e, a Jamie, non resta che partire per la città  del Wisconsin dove lui vive per trovare da sola le risposte. Jamie si presenta senza preavviso alla porta di Dillon, solo per scoprire che Dillon è pericoloso e seducente come lei ricordava. Ma nonostante la sua ostilità, lei scopre che non può andarsene via così. Le cose iniziano a scomparire, strani incidenti iniziano ad accadere e Jamie non sa se Dillon sta cercando di sedurla o spaventarla per farla scappare via. E se lei cede al suo gioco da predatore, perderà la sua anima? O la sua vita? Ma qualcos'altro - qualcosa di malvagio e minaccioso - è in corso. E Dillon ne sa di più di quanto le stà dicendo. È lui quello che stà dietro alle oscure minacce. . . o è l'unica possibilità di Jamie di sopravvivere?

Ormai lo sapete che io adoro questa scrittrice e ogni tanto sento il bisogno di rileggere alcuni dei suoi romanzi. Questo è sicuramente uno dei miei preferiti. E' uno dei suoi libri più cupi (assieme a "Buio" (Nightfall) e "Moonrise"), con un atmosfera di sconfitta e di mancanza di speranza che permea tutto il romanzo (non spaventatevi, trattandosi della magnifica Anne non può che esserci l'happy-end!!!!). Jamie e Dillon hanno subito tanto, troppo, dalla vita ed entrambi cercano di andare avanti come possono. Jamie, inoltre è da sempre la debolezza più grossa di Dillon anche se lei non lo sà. Si ritrovano faccia a faccia dopo anni, costretti dalle circostanze a passare del tempo assieme nell'officina/appartamento di lui. Viviamo con loro una tensione sensuale ed emotiva che cresce costantemente con il procedere del racconto. 
Non voglio dire che questo libro sia perfetto , ci sono alcune situazioni inverosimili e il finale (come ahimè spesso accade con la Stuart) è un pò troppo frettoloso, ma è sicuramente uno dei miei preferiti in assoluto: lo consiglio agli amanti di questa autrice, a chi è in cerca di una storia d'amore un pò diversa e a chi, come me, non sa resistere ad un bad boy doc!
Voto: 9+

Nessun commento:

Posta un commento