martedì 12 marzo 2013

Rilettura: Il Ballo dello Scandalo di Anne Stuart



Titolo: Il Ballo dello Scandalo
Titolo Originale: The Spinster and the Rake (1982)
Autore: Anne Stuart
Editore: Cino del Duca
Anno: 1985
Pagine: 142
Genere: storico
Ambientazione: Inghilterra

Collegamenti con altri romanzi: no

Livello di sensualità: leggero

Trama: Were the lines around his eyes from laughter or light living? One good look at Ronan Patrick Blakely, Marquis of Herrington, and Gillian Redford thought she knew the answer. This knight in tarnished armor, who had rescued her from a coach accident, now presumed to pluck her from her straitlaced life and send her to perdition! He was clearly a rogue, a rake with a dangerous gleam in his eye, determined to chase the last vestiges of propriety from her starchy life. Did she dare accept the challenge? She was thirty--old enough to know better. Old enough, he said, to kick up her heels and let the devil take the hindmost!

Trentenne, nubile, posata, tutta dedita alla cura dei nipoti, Gillian ha da tempo smesso di sognare il grande amore. Ma ecco che l'incontro con Ronan, marchese di Harrington, sconvolge in un attimo la sua tranquilla esistenza. Libertino, dongiovanni impenitente, è proprio il tipo d'uomo che Gillian dovrebbe fuggire come il demonio, ma come il demonio Ronan è affascinate ed irresistibile. Gillian cade senza ripensamenti tra le sue braccia, ignara della sciocca scommessa che spinge Ronan a sfoderare con lei tutte le sue arti di grande seduttore, in un gioco che presto si rivelerà troppo pericoloso...

Il primo romanzo di questa bravissima autrice che ho letto. All'epoca ero mooolto giovane, ma già un bad boy come Ronan non poteva lasciarmi indifferente. Certo è solo il settimo romanzo scritto dalla Anne, sicuramente un pò acerbo, ma pur essendo breve contiene tutti gli ingredienti che fanno di questa scrittrice una delle migliori in assoluto nel suo campo. Ronan ha già in se tutte le caratteristiche dei migliori bad boy: annoiato, cinico, dissoluto, libertino ma irresistibilmente affascinante. Gillian non è una ragazzina ma è molto inesperta avendo passato praticamente tutta la vita a prendersi cura dei suoi parenti. I due si incontrano in circostanze fortuite e Ronan, avendo dei conti in sospeso con il fratello di Gillian e istigato dal suo amico Vivian, decide di "vendicarsi" tramite la giovane. Inutile dire che poi tutti i nodi verranno al pettine e che i due scopriranno di essere fatti l'uno per l'altra, in un finale che è tra i miei preferiti della Anne. Assolutamente da non perdere per chi ama questa autrice, tenendo conto comunque del fatto che è un romanzo breve e datato.
Voto: 8+

Nessun commento:

Posta un commento