domenica 14 aprile 2013

Raid di Kristen Ashley



Titolo: Raid
Autore: Kristen Ashley
Editore: Amazon Digital Services, Inc.
Anno: 2013
Pagine: 282
Genere: Contemporaneo
Ambientazione: Colorado, USA

Collegamenti con altri romanzi: Si, è il terzo libro della serie "Unfinished Heroes".
La Serie è così composta:
  1. Knight
  2. Creed
  3. Raid
Potete trovare la recensione dei primi due romanzi nel blog.

Livello di sensualità: hot
Inedito in Italia

Trama: Hanna Boudreaux has lived in the small town of Willow all her life. She’s sweet, cute and quiet. Hanna has a moment of epiphany when she realizes her crush for forever, Raiden Ulysses Miller, is not ever going to be hers. She sees her life as narrow and decides to do something about it. Raiden Miller is the town’s local hero. A former Marine with the medal to prove his hero status, he comes home, shrouded in mystery. It takes a while, but eventually Hanna catches his eye. After all these years of Raid and Hanna living in the same town, the question is why? Is Raid interested in Hanna because she’s sweet and cute? Or does Raid have something else going on?

Hanna Boudreaux ha vissuto nella cittadina di Willow per tutta la vita. Lei è dolce, carina e tranquilla. Hanna ha un momento di epifania, quando si rende conto che l'uomo di cui è innamorata da sempre, Raiden Ulysses Miller, non sarà mai suo. Si sente stretta nella sua vita e decide di fare qualcosa al riguardo. Raiden Miller è l'eroe della città. Un ex marine, con una medaglia per dimostrare il suo status di eroe, torna a casa, avvolto nel mistero. Ci vuole un po ', ma alla fine Hanna cattura la sua attenzione. Dopo tutti questi anni in cui Raid e Hanna hanno vissuto nella stessa città, la domanda è: perché? Raid è interessato a Hanna perché lei è dolce e carina? Oppure Raid ha qualcos'altro in mente?

Ero indecisa se scrivere o meno questa recensione. Io amo KA, amo le sue storie, i suoi personaggi e la sua scrittura...purtroppo non sono riuscita ad amare Raid. Raid è il primo eroe della Ashley che non mi ha conquistata, anzi è riuscito perfino ad infastidirmi; Hanna non è male come protagonista ma un pò troppo zerbino. La storia inoltre lascia troppe questioni non chiare, e il finale...bhè basti dire che è il meno riuscito per questa scrittrice che è la maestra degli Happy End. Se questo fosse stato il primo romanzo letto della Ashley dubito che l'avrei amata così tanto o che avrei letto praticamente tutti i suoi libri; allo stesso tempo però se fosse un romanzo di qualsiasi altra scrittrice probabilmente gli darei un punteggio più alto, ma so che Kristen può fare davvero molto molto meglio.
Voto: 7

Nessun commento:

Posta un commento