venerdì 26 aprile 2013

The Slayer's Apprentice di Zathyn Priest



Titolo: The Slayer's Apprentice
Autore: Zathyn Priest
Editore: Torquere Press
Anno: 2009
Pagine: 175
Genere: Contemporaneo, M/M, Mistery
Ambientazione: Sydney, Australia

Collegamenti con altri romanzi: no

Livello di sensualità: solo baci
Inedito in Italia

Trama: When Senior Constable Daniel Hart stops bartender Phoenix Love from picking his pocket one evening, it’s an inauspicious beginning, but Daniel falls for the beautiful Phoenix anyway. Things become complicated when Detective Paul Somerset, who’s been on the trail of Australia’s notorious serial killer “The Crucifix Slayer”, sets his sights on Phoenix. Convinced that Phoenix Love is the killer, Detective Somerset pursues him single-mindedly. As evidence, and Phoenix’s behavior, point toward Somerset being right, Daniel must protect their fledgling love affair, his own heart and his lover while deciphering whether or not Phoenix actually is the killer. Is Phoenix Love a victim or is his love affair with Daniel doomed to fall at the whims of a monster?

Quando l'agente Daniel Hart blocca il barista Phoenix Love mentre gli stà rubando il portafogli di tasca una sera, è un inizio infausto, ma Daniel si prende comunque una cotta per il bel Phoenix. Le cose si complicano quando il detective Paul Somerset, che è sulle tracce del famigerato serial killer "The Crucifix Slayer", mette gli occhi su Phoenix. Convinto che Phoenix Love sia il killer, il detective Somerset lo persegue risolutamente. Mentre le prove, e il comportamento di Phoenix, sembrano dare ragione a  Somerset, Daniel deve proteggere la loro storia d'amore nascente, il suo cuore e l'uomo che ama, cercando anche di capire se Phoenix è in realtà l'assassino. Phoenix Love è una vittima o la sua storia d'amore con Daniel è destinata a cedere ai capricci di un mostro?

Wow! Inizio dicendo che questo libro più che un romance è un romanzo giallo, in cui capire chi è il killer e come fermarlo è la parte centrale della storia. Una storia che tiene il lettore costantemente sul filo del rasoio, con una buona dose di suspense e di particolari agghiaccianti sugli efferati omicidi. Tutto ciò per dirvi che sconsiglio la lettura a chi non ama il genere crime, o a chi è impressionabile; chi invece ama i romanzi gialli e i serial killer, ma non disdegna un pò di sentimento credo proprio che lo troverà accattivante. Non voglio svelarvi oltre della trama, perchè anche se alcune cose sono chiare fin da subito, altre sono state una sorpresa e non voglio rovinare la lettura a chi è interessato. Voglio però spendere due parole su Phoenix, un personaggio così ben costruito da mettere in ombra tutti gli altri; un ragazzo di 19 anni che è passato attraverso l'inferno, e si vede. Alle cicatrici sul corpo vanno aggiunte quelle sulla sua psiche, talmente profonde da averlo fatto diventare il principale sospettato per i delitti. E' impossibile non provare pietà per lui, ma anche rabbia verso le sue manipolazioni. Un romanzo scritto molto bene, con dovizia di particolari sulla mente e le sue patologie. Unica critica che mi sento di muovere all'autore è che spesso ci racconta cosa succede invece di mostrarcelo; soprattutto verso la fine avrei voluto "vivere" di più la storia. 
Voto: 8

Nessun commento:

Posta un commento