sabato 25 maggio 2013

Chance Assassin: A Story of Love, Luck, and Murder di Nicole Castle



Titolo: Chance Assassin: A Story of Love, Luck, and Murder
Autore: Nicole Castle
Editore: Kindle Edition
Anno: 2013
Pagine: 337
Genere: Contemporaneo, M/M, Romantic Suspense
Ambientazione: USA

Collegamenti con altri romanzi: no

Livello di sensualità: warm
Inedito in Italia

Trama: Vincent Sullivan is down on his luck. When a chance encounter generates a job prospect he’s too desperate to decline, Vincent is well on his way to a career in crime. But after the job goes wrong and he’s gravely injured in the process, things couldn’t get much worse. Except that he may have just killed a man.
With the entrance of a mysterious stranger, life is finally starting to look up. Unless his luck is about to run out for good.


Vincent Sullivan è in un momento della sua vita piuttosto nero. Quando un incontro casuale genera una prospettiva di lavoro che lui è troppo disperato per rifiutare, Vincent è sulla buona strada per una carriera nel crimine. Ma dopo che il lavoro affidatogli va male e lui è gravemente ferito nel processo, le cose non potevano andare peggio. Tranne che potrebbe aver appena ucciso un uomo.
Con l'arrivo di un misterioso sconosciuto, la vita sta finalmente iniziando ad andare meglio. A meno che la sua fortuna  non stia per esaurirsi per sempre.

Ecco un romanzo verso il quale ho dei sentimenti contrastanti: per ciò di cui parla, e per come ne parla, sento che non dovrebbe piacermi ed invece mi ha proprio preso!

Attenzione SPOILER!!!!!!

Mi spiego meglio: il protagonista è un ragazzo sedicenne rimasto solo al mondo, che ha subito violenza da chi avrebbe dovuto aiutarlo e proteggerlo, anche se lui all'epoca dei fatti (aveva 12 anni!) non l'ha vissuta come tale. Incontra in circostanze drammatiche Frank, un killer sociopatico con un passato ancora più terribile del suo. Fin da subito il killer si dimostra iperprotettivo nei confronti di Vincent e i due iniziano una relazione (all'inizio platonica) che porterà il ragazzo ad imparare tutti i trucchi del mestiere e poi ad aiutare Frank nei suoi "lavori". E' un romanzo violento, e lascia poco all'immaginazione. Dico che non dovrebbe piacermi perchè non dà una connotazione negativa di ciò che i due fanno, anzi ce le presenta come "avventure"; inoltre parla in maniera leggera di omicidi e stupri. Allo stesso tempo mi sono fatta conquistare sopratutto da Vincent: un ragazzino solo e spaventato ma sveglio e vanitoso. Ci sono spesso delle battute umoristiche soprattutto da parte del ragazzo che riescono a spezzare la tensione. Altro punto a favore è l' HE, difficilmente presente in questo tipo di trame, dove solitamente i crimini commessi trovano la loro giusta punizione. Una nota sfavorevole, invece, la meritano alcune situazioni assolutamente poco credibili che ci vengono proposte, una tra tutte: Frank è nato e cresciuto in Inghilterra ma fino ai 14 anni sapeva parlare solo francese????? Mah.....
Voto: 7,5

Nessun commento:

Posta un commento