domenica 12 maggio 2013

Into This River I Drown di TJ Klune



Titolo: Into This River I Drown
Autore: TJ KLune
Editore: Dreamspinner Press
Anno: 2013
Pagine: 400
Genere: Contemporaneo, Paranormal Romance, M/M, Mistery
Ambientazione: Oregon, USA

Collegamenti con altri romanzi: no

Livello di sensualità: lieve
Inedito in Italia

Trama: Five years ago, Benji Green lost his beloved father, Big Eddie, when his truck crashed into a river. Everyone called it an accident, but Benji knows it was more. Even years later, he’s buried in his grief, throwing himself into managing Big Eddie’s convenience store in the small-town of Roseland, Oregon. Surrounded by his mother and three aunts, he lives day to day, struggling to keep his head above water.
But Roseland is no ordinary place.
With ever more frequent dreams of his father’s death and waking visions of feathers on the river’s surface, Benji finds his definition of reality bending. He thinks himself haunted; by ghosts or memories, he can no longer tell. Not until a man falls from the sky, leaving the burning imprint of wings on the ground, does Benji begin to understand that the world is more mysterious than he ever imagined—and more dangerous. As uncontrollable forces descend on Roseland, they reveal long-hidden truths about friends, family, and the stranger Calliel—a man Benji can no longer live without.

Cinque anni fa, Benji Green ha perso il suo amato padre, Big Eddie, quando il suo camion è precipitato in un fiume. Tutti dicono che è stato un incidente, ma Benji sa che non è così. Anche dopo anni, è sepolto nel suo dolore, e vive la sua vita gestendo il negozio di Big Eddie nella piccola città di Roseland, Oregon. Circondato da sua madre e tre zie, vive giorno per giorno, cercando di tenere la testa fuori dall'acqua.
Ma Roseland non è un luogo come gli altri.
Con sogni sempre più frequenti sulla morte di suo padre e visioni di piume sulla superficie del fiume quando è sveglio, Benji impara che la sua definizione di realtà è flessibile. Pensa di essere posseduto; dai fantasmi o dai ricordi, non lo sa dire. Fino a quando un uomo cade dal cielo, lasciando l'impronta bruciata di ali per terra, e Benji cominciare a capire che il mondo è più misterioso di quanto avesse immaginato, e più pericoloso. Quando forze incontrollabili scendono su Roseland, rivelano le verità a lungo nascoste su amici, familiari, e su Calliel, un uomo senza cui Benji non può più vivere.

Non posso che ripetere ciò che ho detto nella mia recensione precedente: TJ Klune è un genio. Questo romanzo è diversissimo, direi lontano anni luce da "Tell Me It's Real". Qui non ci sono risate, non ci sono situazioni divertenti o personaggi strampalati. No, qui ci sono soprattutto sofferenza e dolore. Il dolore di Benji: dolore per la perdita dell'amatissimo padre, dolore che lo tiene costantemente avvinto impedendogli di andare avanti con la sua vita. A ventun'anni vive nella piccola città in cui è nato e porta avanti l'attività di benzinaio del padre. Non ha prospettive, non ha futuro e deve farsi forza ogni giorno per alzarsi dal letto e andare avanti. Ha una certezza però: suo padre non ha avuto un semplice incidente, c'è qualcosa di più. E quando arriva al momento più buio e disperato, quando non ce la fa più ad andare oltre, ecco arrivare Cal. Cal è tutto ciò di cui Benji ha bisogno e, allo stesso tempo, lui ha bisogno di Benji. Due esseri soli e sofferenti nell'animo che solo assieme riescono ad essere nuovamente integri, nuovamente parte di qualcosa di importante. Non è un romanzo facile e, probabilmente non è per tutti; allo stesso tempo se vi aspettate un libro simile gli altri di questo scrittore rimarrete sorpresi, ma credetemi ne vale la pena. Ci vuole il momento giusto per leggerlo perchè come dicevo non è facile, anzi, è un pugno nello stomaco continuo, c'è una sofferenza descritta in maniera magistrale, un dolore che non puoi non sentire. Ma c'è anche, e soprattutto, un messaggio di speranza e di fede, un messaggio importante di amore (in tutte le sue forme), di amicizia e di solidarietà, fino al finale che conclude nel migliore dei modi questo splendido libro.
Voto: 9

Nessun commento:

Posta un commento