venerdì 19 luglio 2013

No Beginning, No End di Richard Rider


Titolo: No Beginning, No End
Autore: Richard Rider
Editore: Lulu.com
Pagine: 217
Genere: Contemporaneo, M/M
Ambientazione: Inghilterra

Collegamenti con altri romanzi: si è il terzo romanzo della serie "Stockholm Syndrome"così composta:
  1. Stockholm Syndrome
  2. 17 Black and 29 Red
  3. No Beginning, No End
  4. We're All Mad Here (breve racconto di 17 pagine)
Livello di sensualità: hot
Inedito in Italia

Trama: Settling back into a normal life is more difficult than anticipated.

Adattarsi nuovamente ad una vita normale è più difficile di quanto pensassero.

Ecco il capitolo finale (se si esclude un breve racconto) di questa serie. Leggere le ultime pagine è come salutare degli amici di lunga data; abbiamo visto crescere e maturare sia Lindsay che Pip, li abbiamo visti soffrire e gioire, distruggersi e ritrovarsi e abbiamo vissuto tutto questo con loro. In questo libro vediamo la difficoltà dei due a vivere nuovamente una relazione assieme, nonostante il profondo amore che li lega. Sono entrambi cambiati e sono cambiate le regole e le abitudini che avevano prima. Grazie alla loro maturazione però riescono a far funzionare il loro rapporto in maniera un pò meno "disfunzionale" e riescono anche ad accettare il passato e le persone che vi hanno fatto parte. Tra queste vi sono sicuramente i genitori di Pip che impariamo a conoscere e, in parte, comprendere e perdonare per le loro azioni, anche se alcuni loro atteggiamenti e comportamenti del passato sono imperdonabili. Essendo tutti in qualche modo "cresciuti" e maturati riescono finalmente a creare nuovi rapporti e nuovi legami, anche dove prima c'era solo dolore e rabbia. Una bella serie con dei protagonisti particolari, degli anti eroi che è impossibile non amare e non perdonare.
Voto: 8

Nessun commento:

Posta un commento