martedì 6 agosto 2013

Evenfall di Santino Hassell e Ais



Titolo: Evenfall
Autori: Santino Hassell e Ais
Editore: tutta la serie è disponibile gratuitamente on-line sul sito http://www.aisylum.com/sonnyais/story.html#bk1  o su Goodreads
Anno: 2007
Pagine: 1427
Genere: Dystopian Fiction, M/M, Spionaggio
Ambientazione: un futuro non troppo lontano da noi dove le maggiori città sono state distrutte dalle bombe della terza guerra mondiale, USA, Messico, Francia

Collegamenti con altri romanzi: si, è il primo della serie "In the Company of Shadows", attualmente così composta:
  1. Evenfall
  2. Afterimage
  3. Interludes
  4. Fade
  5. Side and Back Stories (extras)
  6. After Midnight (spinoff della serie)
Livello di sensualità: hot
Inedito in Italia

Trama: Years after the bombs of WWIII have changed the physical and political landscape, the Agency ruthlessly works behind the scenes to take down rebel groups that threaten the current government. Their goals justify all means. Hsin Liu Vega (Sin) is their most efficient and deadly assassin ever. However, he tends to go off on unauthorized killing sprees and somehow his assigned partners all end up dead under suspicious circumstances. That is why the Agency has had him locked up in a box on the fourth floor for years. But now they think it is time to put the psychopath back in the field. With a new partner. Boyd's mother, a high ranking Agency official, volunteers her teenage son for the position. Boyd is not afraid of death. In fact, his life has been such an endless cycle of apathy and despair for the last few years that he'd welcome it. Can these two broken men form an efficient partnership? Can they learn to trust anyone, let alone each other? Sin doesn't give a fuck about the Agency, or the androgynous boy who holds the remote to the shock collar that is supposed to control him. On the other hand, Boyd is strangely unafraid of the man everyone calls 'monster' and Sin seems reluctant to let his keeper get himself killed on any missions. Yet.

Anni dopo che le bombe della Terza Guerra Mondiale hanno cambiato il paesaggio fisico e politico, l'Agenzia opera spietatamente dietro le quinte per abbattere i gruppi ribelli che minacciano l'attuale governo. I loro obiettivi giustificano tutti i mezzi. Hsin Liu Vega (Sin) è il loro assassino più efficiente e mortale di sempre. Tuttavia, egli tende ad uscire dagli incarichi assegnati con una serie di uccisioni non autorizzate, e in qualche modo i suoi partner finiscono tutti col morire in circostanze sospette. Per questo motivo l'Agenzia lo ha tenuto rinchiuso in una prigione al quarto piano per anni. Ma ora pensano che sia il momento di rimettere lo "psicopatico" in campo. Con un nuovo partner. La madre di Boyd, un alto funzionario dell'Agenzia, offre il figlio adolescente come volontario per la posizione. Boyd non ha paura della morte. In realtà, la sua vita è stata un tale vortice di apatia e disperazione che lui la accoglierebbe volentieri. Possono questi due uomini distrutti formare una buona partnership? Possono imparare a fidarsi degli altri, sopratutto l'uno dell'altro? A Sin non importa un'accidente dell'Agenzia, o del ragazzo androgino che tiene il telecomando del collare elettrico che dovrebbe controllarlo. D'altra parte, Boyd è stranamente senza paura dell'uomo che tutti chiamano 'mostro' e Sin sembra riluttante a lasciare che il suo partner si faccia ammazzare in qualche missione. Fin'ora.

Incredibile! Incredibile riuscire a catturare l'attenzione del lettore immediatamente e tenerla fermamente per oltre millequattrocento pagine...eppure questo romanzo ci riesce benissimo! All'inizio il rapporto tra Sin e Boyd è tutt'altro che idilliaco: un rapporto difficile tra due persone difficili. Ognuno di loro si porta dietro un bagaglio di sofferenza e profonda solitudine; per certi versi sono molto simili mentre per altri sono agli antipodi. Sin è letale, impulsivo e (apparentemente) insensibile a tutto; Boyd è riservato, riflessivo e (apparentemente) apatico. Il loro rapporto nasce lentamente, la fiducia devono conquistarsela duramente l'uno con l'altro ma, a mano a mano che passano del tempo assieme, soprattutto durante le durissime missioni che devono compiere, si sviluppano anche dei sentimenti, sentimenti che per loro sono difficili da capire e da accettare.
Ormai l'avrete capito che ho amato moltissimo questo primo romanzo della serie "iCos", l'ho appena terminato e già quei due mi mancano! Soprattutto Sin...ahh...che dire di lui? Semplicemente perfetto! Bello come un modello, letale, disturbato ma con un debole per proteggere gli indifesi, torturato, solo e talmente abituato ad essere trattato da tutti come un mostro che all'inizio rimane spiazzato dal fatto che Boyd sembra non avere il minimo timore verso di lui.
Boyd...a volte l'avrei preso a sberle, a volte avrei evitato tutte le sue lunghissime riflessioni, ma in realtà ho amato molto anche il suo personaggio: è giovane ed ha già sofferto molto ma dimostra da subito molto coraggio e assoluta lealtà verso Sin.
Un consiglio: iniziate questo libro quando sapete di aver abbastanza tempo libero perchè vi sarà assai difficile posarlo e farete come me le ore piccole per sapere cosa accade a quei due!

Nessun commento:

Posta un commento