martedì 13 agosto 2013

The Pharaoh's Concubine di Z.A. Maxfield




Titolo: The Pharaoh's Concubine
Autore: Z.A. Maxfield
Editore: Samhain Publishing
Anno: 2011
Pagine: 272
Genere: Contemporaneo, M/M, Romantic Suspense
Ambientazione: Nevada, Utah, USA

Collegamenti con altri romanzi: no

Livello di sensualità: hot
Inedito in Italia

Trama: As mob boss Yvgeny Mosko’s open secret, Dylan Anderson is happy enough with a passionate, if loveless, arrangement that affords him a life of luxury. But at thirty-six, he wonders how committed Mosko will be to an aging lover. He finds out when a rival gang kidnaps him in a turf war everyone’s sure to lose. Mosko unleashes deadly force, leaving no one alive except for a young man whose dark eyes tug at Dylan’s heart—and the conscience he thought he’d excised long ago. Though he tried to stop the kidnapping, William “Memo” Escobar knows Mosko will use what’s left of him to send a powerful message to his rivals. When Mosko’s pampered pretty boy risks everything to help him escape, he can’t believe his luck. William figures he’s better suited to life off the grid, but as the days go by he begins to realize Dylan’s beauty is more than skin deep. And as Dylan coaxes more and more beguiling smiles from William, he yearns for things—like family ties—he’d thought were best forgotten. Yet behind their newfound happiness lurks the certain knowledge that no matter how careful they are, Mosko will come for what’s his.

Come segreto "pubblico" del boss Yvgeny Mosko, Dylan Anderson è abbastanza felice della sua vita appassionata ma senza amore, e dell'accordo che gli permette di vivere nel lusso. Ma a trentasei anni, inizia a chiedersi  per quanto tempo sarà ancora attratto Mosko da un amante che stà invecchiando. Lo scopre presto quando viene rapito da una banda rivale. Mosko scatena una forza letale, senza lasciare nessuno in vita tranne un giovane i cui occhi scuri provocano una fitta al cuore e alla coscienza di Dylan. Anche se ha cercato di fermare il rapimento, William "Memo" Escobar sa che Mosko utilizzerà ciò che resta di lui per inviare un messaggio forte ai suoi rivali. Quando il bel ragazzo super coccolato di Mosko rischia tutto per aiutarlo a fuggire, non può credere alla sua fortuna. William capisce con il passare dei giorni che la bellezza di Dylan va oltre il suo bel viso. E mentre Dylan riesce a far sorridere ogni giorno di più William, capisce anche che anela a cose come legami famigliari, cose che pensava fosse meglio dimenticare. Eppure, dietro la loro felicità ritrovata si annida la certezza che non importa quanto staranno attenti, Mosko verrà per riprendersi ciò che è suo.

Secondo romanzo di questa autrice che leggo. Mi sono piaciuti molto i due protagonisti, sopratutto Dylan; Dylan è un uomo di 36 anni che si è lasciato tutta la sua vita alle spalle quando ne aveva 23, messo di fronte alla scelta tra essere se stesso e rinnegare ciò che sente. E'un uomo forte, gentile e generoso che però ha poca stima di se stesso; è stato per anni accanto a Mosko, amandolo, pur pensando di non essere ricambiato. Quando in gioco però c'è la vita di un giovane Dylan non esita nemmeno un attimo a rischiare tutto per aiutarlo. William è un ragazzo intelligente, costretto suo malgrado a prendere parte agli affari di famiglia, ma capisce fin da subito il valore e il coraggio di Dylan e ne è attratto. E fin qui tutto bene...Cosa non mi ha convinta del tutto? Il finale. Sebbene soddisfacente sotto molti punti di vista è stato troppo frettoloso. Mi sarebbe piaciuto avere un'idea più precisa di ciò che programmano Dylan e William per il loro futuro.
Voto: 7/8

Nessun commento:

Posta un commento