martedì 24 dicembre 2013

Come Finiscono le Favole di Lisa Kleypas




Titolo: Come Finiscono le Favole
Titolo Originale: Christmas Eve at Friday Harbor (2010)
Autore: Lisa Kleypas
Editore: Mondadori - Collana "Oscar"
Anno: 2012
Pagine: 172
Genere: Contemporaneo, Ambientazione Natalizia
Ambientazione: Friday Harbor, USA

Collegamenti con altri romanzi: si, è il primo della serie "Friday Harbor", così composta:
  1. Christmas Eve at Friday Harbor - Come Finiscono le Favole: Mark e Maggie
  2. Rainshadow Road - Una Piccola Magia: Sam e Lucy
  3. Dream Lake: Alex e Zoe
  4. Crystal Cove: Jason e Justine
  5. Lightningh Bay (di futura pubblicazione): Zach e Neva
Livello di sensualità: Lievissimo

Trama: Entrusted with the guardianship of his orphaned niece Holly, Mark Nolan plans to marry his longtime girlfriend Shelby. But an unwelcome and tantalizing distraction appears in the form of Maggie Conroy, a young widow who has recently opened a toy shop at Friday Harbor. Mark is a cynic and a realist, but Maggie is a dreamer who hopes to make him believe in magic . . .

Mark Nolan sa benissimo come godersi la sua vita da scapolo; quello che non sa è come comportarsi con la nipotina Holly, sei anni, rimasta orfana dopo la morte della mamma, che gliel'ha affidata nel testamento. Per il trauma Holly ha smesso di parlare e Mark, già impacciato con i bambini, non sa proprio come comunicare con lei. Sua sorella gli ha scritto: "Amala. Il resto verrà da sé". Come se fosse facile... Forse, un giocattolo può ridare il sorriso a Holly. Così Mark entra nel negozio di Maggie Conroy, che ha da poco perduto il marito, e qualcosa di magico accade...

All'epoca dell'uscita di questa nuova serie della Kleypas non ne ero stata entusiasta, le critiche che avevo letto sul web mi avevano bloccato dall'iniziarla. Alcuni giorni fa, cercando storie con ambientazione natalizia, l'ho riscoperto ed ho deciso di dargli una possibilità.
Diciamo che la Lisa ha scritto decisamente di meglio, ma ciò nonostante è stata una dolce e piacevole lettura.
E' sicuramente breve e ciò, ahimè, non ci permette di conoscere bene i due protagonisti, sopratutto un uomo interessante come Mark: avrei voluto saperne di più su di lui e sulla sua famiglia "disastrata".
A parte ciò è un tripudio di buoni sentimenti e dolci emozioni, come si addice ad una storia natalizia!
Voto: 7

Nessun commento:

Posta un commento