domenica 2 febbraio 2014

Surviving Raine di Shay Savage




Titolo: Surviving Raine
Autore: Shay Savage
Editore: CreateSpace Indipendent Publishing Platform
Anno: 2013
Pagine: 348
Genere: Contemporaneo
Ambientazione:
Collegamenti con altri romanzi: si, è il primo, e fin'ora unico, romanzo della serie "Surviving Raine"
Livello di sensualità: hot
Inedito in Italia

Trama: As the captain of a schooner catering to the elite on the Caribbean Seas, Sebastian Stark does his best to avoid any human encounters. Interacting with people isn’t his thing, and he prefers the company of a bottle of vodka, a shot glass, and maybe a whore. There’s no doubt he’s hiding from a checkered past, but he does well keeping everything to himself…until the night his schooner capsizes, and he’s stuck on a life raft with one of the passengers. Raine’s young, she’s cute, and Bastian would probably be into her if he wasn’t suffering from alcohol withdrawal. As the days pass, DTs, starvation, and dehydration become the norm. Even the most closed person starts to open up when he thinks he’s going to die, but when she realizes their traumatic pasts are connected, it’s no longer the elements that have Bastian concerned. He has no idea how he’s going to Survive Raine.

Sebastian Stark, capitano di una goletta in affitto per ricchi nei mari dei Caraibi, fa del suo meglio per evitare eventuali incontri umani. Interagire con le persone non è il suo forte, lui preferisce la compagnia di una bottiglia di vodka, un bicchiere, e forse una puttana. Non c'è dubbio che si stia nascondendo da un passato pericoloso, e riesce a tenere tutto per se ... fino alla notte in cui si rovescia la goletta, e lui rimane bloccato su una zattera di salvataggio con una passeggera. Raine è giovane, è carina, e Bastian probabilmente ci proverebbe con lei se non soffrisse di astinenza da alcol. Mentre i giorni passano, fame e disidratazione diventano la norma. Anche la persona più chiusa inizia ad aprirsi quando pensa di stare per morire, ma quando realizza che i loro passati traumatici sono collegati, non sono più gli elementi atmosferici che preoccupano Bastian. Non ha idea di come riuscirà a sopravvivere a Raine.

Non sò bene da dove iniziare per parlarvi di questo romanzo... forse dovrei dirvi che ho praticamente odiato Sebastian per quasi tutto il libro. Sebastian è stato profondamente ferito dalle persone nel corso della sua vita, ha subito traumatici abbandoni ed ha visto e fatto cose terribili in passato. Ora affoga nell'alcool sensi di colpa e disperazione; è un vero e proprio str@nzo e usa la maleducazione, il linguaggio scurrile e l'aspetto burbero per tenere tutti a distanza. Ho capito le ragioni che stanno dietro al suo modo d'agire ma ciò non toglie che per me Raine andrebbe fatta santa pe aver sopportato Bastian, anzi non solo sopportato, se n'è pure innamorata! Certo il fatto che lui l'abbia salvata da morte certa più volte o il fatto che si ritrovino soli per qualche tempo aiuta, ma credetemi ci vuole una buona dose di pazienza per sopportare uno così!
Tutto sommato comunque questo libro non mi è dispiaciuto: c'è avventura, c'è un eroe tormentato con un passarto difficile, c'è l'ambientazione nei meravigliosi mari caraibici e c'è una storia d'amore.
Avrei però evitato qualche scena hot... cioè ho capito che Sebastian è costantemente arrapato ma cavolo sti due lo fanno almeno cinque volte al giorno (e spesso con dovizia di particolari!).
Voto: 7-

Avete letto questo romanzo? Cosa ne pensate? Vi piacerebbe leggerlo?

2 commenti:

  1. Ciao, la trama mi attira, anche perché me ne ha parlato una mia amica e mi incuriosisce, mi piacerebbe leggerlo, ma non so l'inglese quindi è un problema per me nana

    RispondiElimina
  2. Ciao! Guarda ultimamente stanno pubblicando molti NA anche da noi e, visto che questo romanzo ha avuto un certo successo negli USA, chissà che non venga tradotto!

    RispondiElimina