venerdì 28 marzo 2014

Diversion di Eden Winters




Titolo: Diversion
Autore: Eden Winters
Editore: Amber Quill Press
Anno: 2012 
Pagine: 274 
Genere: Contemporaneo, M/M, Romantic Suspense 
Ambientazione: Sud-est degli Stati Uniti 
Collegamenti con altri romanzi: si, è il primo della serie "Diversion", così composta:
  1. Diversion
  2. Collusion
  3. Corruption
Livello di sensualità: hot
Inedito in Italia

Trama:  Drug dealers aren't always on the streets; sometimes they sit in offices and board rooms, selling merchandise in official looking bottles instead of little cellophane bags. When given a choice between eight more years in prison or using his "expertise" to assist the Southeastern Narcotics Bureau's Department of Diversion Prevention and Control, convicted drug trafficker Richmond "Lucky" Lucklighter takes the sentence with the illusion of freedom. Cynical and unwilling to admit he's begun to care about his job, he counts the days until his debt is paid. His sole obstacle to getting his life back is the rookie he's assigned to train before he leaves; a rookie who quotes pharmacy texts, hasn't paid his dues, and has the obnoxious tendency of seeing the good in everyone – including the target of their investigation. Former Marine Bo Schollenberger dreamed of becoming a pharmacist and watched the dream turn into a nightmare of PTSD-fueled prescription drug abuse. Battling his demons daily, he wakes up every morning, wondering, "Will this be the day I give in?" To keep his license, he must now put his skills to use for a diversion control task force, deal with a crude partner with too much attitude and no brain-to-mouth filter, and take down a drug lord who reminds him of his favorite cooking show hostess. The bad guys don't stand a chance -- if Lucky and Bo don't strangle each other first...

Gli spacciatori non sono solo per le strade, a volte siedono in uffici e sale riunioni, vendendo merce in bottiglie dall'aspetto ufficiale, invece di piccoli sacchetti di cellophane. Costretto a scegliere tra passare ancora otto anni in carcere o assistere il "Southeastern Narcotics Bureau's Department of Diversion Prevention and Control" come esperto, il trafficante di droga Richmond "Lucky" Lucklighter sceglie la seconda opzione, con l'illusione della libertà. Cinico e riluttante ad ammettere che ha cominciato ad interessarsi al suo lavoro, stà contando i giorni che mancano alla fine del suo debito. Il suo unico ostacolo prima di riottenere la sua vita è il novellino che deve formare prima di lasciare, un novellino che cita testi di farmacia, non ha pagato i suoi debiti, e ha l'odiosa tendenza a vedere il buono in tutti - compreso l'obiettivo della loro indagine. L'ex Marine Bo Schollenberger sognava di diventare un farmacista ma ha visto il suo sogno trasformarsi in un incubo dopo che il suo "disturbo post-traumatico da stress" lo ha portatao ad abusare di farmaci. Combattendo i suoi demoni ogni giorno, si sveglia ogni mattina, chiedendosi: "Sarà questo il giorno in cui cederò?". Per mantenere la sua licenza, deve ora mettere le sue abilità al servizio della task force, trattare con un partner rude, con troppa attitudine e nessun filtro cervello-bocca, e incastrare una signora della droga che gli ricorda la protagonista del suo show di cucina preferito. I cattivi non hanno nessuna chance - se Lucky e Bo non si strangolano l'un l'altro prima...

La trama mi attirava parecchio  e, dopo un inizio un pò lento devo dire che mi ha presa molto. Merito sopratutto di Lucky, un uomo che ha fatto gravi errori in passato ma che li ha anche pagati molto cari. Galeotto condannato a dieci anni per traffico di droga (farmaci), dopo due anni in carcere riceve un'offerta difficile da rifiutare: passare i restanti otto anni della sentenza a lavorare per un'agenzia che si occupa di prevenire problematiche legate alla distribuzione e conservazione dei farmaci (più o meno). All'inizio accetta solo per poter uscire dal carcere, ma poi si appassiona al suo lavoro e, senza volerlo, si affeziona al suo capo; ora mancano pochi mesi alla sua libertà e, anche se continua a dire che non vede l'ora di finire la sua condanna, è in realtà molto combattuto. Entra in scena Bo, un farmacista ex Marine con problemi legati all'abuso di farmaci per superare il suo distrurbo post-traumatico. Lucky deve formarlo e istruirlo affinchè possa prendere il suo posto. Non è facile avere a che fare con Lucky: è scorbutico, maleducato, egoista.... ma Bo dimostra da subito di non essere facilmente impressionabile, anzi inizia pure a prendersi cura del partner facendolo mangiare meglio e facendogli fare attività fisica. Capisce anche che l'atteggiamento di Lucky è una difesa e che ha paura di provare ancora sentimenti.
Come dicevo dopo un inizio lento (dato anche forse dal fatto che faticavo a capire tutte le varie sigle ed enti conivolti nella lotta al traffico di droga e farmaci!), mi ha catturato ed è stato impossibile posarlo prima della fine. Leggerò sicuramente anche i seguiti per capire cosa combineranno ancora Lucky e Bo.
Voto: 7,5


Avete letto questo romanzo? Vi piacerebbe leggerlo? Cosa ne pensate?

Nessun commento:

Posta un commento