mercoledì 19 marzo 2014

Wallbanger di Alice Clayton




Titolo: Wallbanger
Autore: Alice Clayton
Editore: Omnific Publishing
Anno: 2012
Pagine: 348
Genere: Contemporaneo, Umoristico
Ambientazione: San Francisco, USA
Collegamenti con altri romanzi: si, è il primo della serie "Cocktail", così composta:
  1. Wallbanger
  2. Rusty Nailed - giugno 2014
  3. Screwdrievered - settembre 2014
  4. Mai Tai'd Up - dicembre 2014
Livello di sensualità: hot
Inedito in Italia

Trama: The first night after Caroline moves into her fantastic new San Francisco apartment, she realizes she's gaining an intimate knowledge of her new neighbor's nocturnal adventures. Thanks to paper-thin walls and the guy's athletic prowess, she can hear not just his bed banging against the wall but the ecstatic response of what seems (as loud night after loud night goes by) like an endless parade of women. And since Caroline is currently on a self-imposed dating hiatus, and her neighbor is clearly lethally attractive to women, she finds her fantasies keep her awake even longer than the noise. So when the wallbanging threatens to literally bounce her out of bed, Caroline, clad in sexual frustration and a pink baby-doll nightie, confronts Simon Parker, her heard-but-never-seen neighbor. The tension between them is as thick as the walls are thin, and the results just as mixed. Suddenly, Caroline is finding she may have discovered a whole new definition of neighborly...

La prima notte in cui Caroline si trasferisce nel suo nuovo fantastico appartamento di San Francisco, si rende conto che sta acquisendo anche una profonda conoscenza delle avventure notturne del suo nuovo vicino di casa. Grazie a pareti sottili come carta e alla prestanza atletica del ragazzo, lei può sentire non solo il letto sbattere contro il muro, ma anche la risposta estatica di quella che sembra (rumorosa notte dopo rumorosa notte) una sfilata infinita di donne. E dal momento che Caroline è attualmente in una auto-imposta pausa da appuntamenti galanti, e il suo vicino di casa è chiaramente attraente in maniera letale per le donne, sono le sue fantasie a tenerla sveglia ben oltre il rumore. Così, quando il "wallbanging" minaccia di farla rimbalzare letteralmente fuori dal letto, Caroline, vestita di frustrazione sessuale e di un baby-doll rosa, affronta Simon Parker, il suo sentito-ma-non-visto vicino. La tensione tra loro è tanto spessa quanto le pareti sono sottili, e i risultati altrettanto confusi. Improvvisamente, Caroline capisce che potrebbe aver scoperto una definizione completamente nuova di vicinato ...

Ero in vena di letture divertenti senza troppe complicazioni ed ho "riesumato" dal mio Kindle un romanzo che mi attendeva già da un pò in coda di lettura: Wallbanger di Alice Clayton.
La scrittura della Clayton è come questo romanzo (e come piace a me!): leggera, frizzante, divertente, senza complicazioni o ansie.
Abbiamo Caroline, una giovane di successo che si è auto-imposta un periodo di astinenza da appuntamenti e relazioni, dopo essere rimasta delusa dalle ultime esperienze e dopo che una notte con l'uomo sbagliato le ha rubato l'O; gran parte del romanzo ruota proprio intorno alla ricerca disperata di Caroline del suo O. Che cos'è l'O? L'orgasmo che la nostra eroina non riesce più a raggiungere, né da sola né in compagnia. Ecco entrare in scena Simon il "wallbanger", colui che riesce a far perfino miagolare le sue compagne di letto: la prima impressione che abbiamo di lui è quella di un donnaiolo impenitente, il classico bello e bastardo. Ed invece conoscendolo meglio scopriamo un ragazzo estremamente dolce, gentile ed altruista, spaventato dai sentimenti, che ha scelto di stare in maniera sincera e onesta con tre donne in modo da non legarsi veramente a nessuna.
Non posso non citare anche i personaggi secondari, simpatici e ben caratterizzati, che aggiungono allegria ed umorismo al romanzo: le amiche di Caroline, gli amici di Simon, la "capa" di Caroline e il suo fidanzato ma sopratutto Clive, il super gatto della protagonista.
Voto: 7+


Avete letto questo romanzo? Vi piacerebbe leggerlo? Cosa ne pensate?

Nessun commento:

Posta un commento