martedì 20 maggio 2014

La Nostra Identità di TJ Klune



In occasione dell'uscita italiana dell'attesissimo seguito di "Un Insolito Triangolo" vi ripropongo la mia recensione.

Trama: Bear, Otter e Kid sono sopravvissuti all’estate appena trascorsa con i cuori e le anime intatte. Si sono trasferiti nella Mostruosità Verde e Bear è finalmente capace di ammettere il suo amore per l’uomo che l’ha salvato da se stesso. Ma non è la fine della loro storia. Come potrebbe esserlo? I ragazzi scoprono che la vita non si ferma solo perché hanno avuto il loro lieto fine. C’è ancora la battaglia legale per la custodia di Kid. Il ritorno dei genitori di Otter. La prima serata in un locale gay. Kid va in terapia e la signora Paquinn decide che Bigfoot esiste davvero. Anna e Creed fanno… beh, qualsiasi cosa facciano Anna e Creed. Ci sono nuove gelosie, il ritorno di vecchi nemici, pessime poesie e gabbiani misantropi. E in tutto questo, Bear lotta per comprendere come sua madre abbia abbandonato lui e Kid, solo per ritrovarsi a scavare ancora più a fondo nel loro passato condiviso. Quello che trova cambierà le loro vite per sempre e lo aiuterà a capire cosa serve per diventare ciò che sono destinati a diventare. La famiglia non sempre è definita dai legami di sangue. È definita dalle persone che ci rendono completi, che contribuiscono a costruire la nostra identità.

"Seguito di uno dei miei romanzi preferiti. Anche in questo caso avevo un pò di timore a leggerlo per paura che potesse rovinarmi lo splendido ricordo e le emozioni provate leggendo il primo. Assolutamente sbagliato!  Sebbene "Bear, Otter and The Kid" rimanga comunque il mio preferito, il suo seguito ci regala nuove emozioni e completa in qualche modo il meraviglioso universo di personaggi legati a Bear. Devo ammettere che ho pianto per poi trovarmi a ridere a crepapelle solo poche pagine dopo. Se dovessi usare un solo aggettivo per descriverlo direi "emozionante"; emozioni che vanno dalla gioia al pianto, dalla rabbia alla sorpresa, dall'amore all'odio. Se dovessi trovare qualche punto negativo direi che avrei fatto volentieri a meno delle continue ripetizioni di Bear sul fatto che Otter e Ty lo abbiano salvato da se stesso e lo abbiano reso ciò che è; avrei evitato anche, alcune volte, il dilungarsi dei pensieri di Bear, ma tant'è, anche questo rende "Who We Are" ciò che è percui vale la pena di sopportarlo! Spero proprio che Klune ci regali presto un nuovo libro...chissà magari con la storia di Ty!.
Voto: 8+"

Sono contenta di annunciarvi anche che "The Art of Breathing", il terzo romanzo della serie (dedicato a Ty), uscirà il 16 giugno! (per ora in inglese ma spero presto anche da noi!)

Nessun commento:

Posta un commento