sabato 21 marzo 2015

Le Grida di Rebel di Rain Carrington


Titolo: Le Grida di Rebel
Titolo Originale: Rebel Yells (2014)
Autore: Rain Carrington
Editore:
Anno: 2015
Pagine: 296
Genere: Contemporaneo, M/M, BDSM
Ambientazione: Colorado, USA
Collegamenti con altri romanzi: si, è il primo libro della serie "Le Cronache di Apishipa Creek", attualmente così composta
  1. Le Grida di Rebel - Rebel Yells
  2. Penny's Lane
  3. Pappy Don't Preach
  4. Crazy Little Man Called Love
Livello di sensualità: burning

Trama: Jack Colton ha dedicato la sua vita a due cose: alla legge e ad amare uno splendido uomo di nome Martin. Quando quest’ultimo muore, la sofferenza di Jack è così profonda che vede suo marito ovunque. Martin gli dice che deve proseguire con la sua vita, cercare un’altra persona da amare, ma Jack si sente ancora legato al ricordo del marito e troppo sommerso dal lavoro, per accorgersi di quello che potrebbe essere un nuovo amore, quando questo gli passa accanto, nella piccola e sonnolenta cittadina che deve sorvegliare.
Rebel Marino vive grazie al suo nome. È un bad boy che ha sempre combattuto duramente per sopravvivere, non si lascia avvicinare da nessuno, finché un giorno eredita una casa e un’attività ad Apishipa Creek, Colorado, dalla sua zia preferita. Nonostante sia morta, Rebel continua a vederla e sembra che questa donna abbia una missione: convincerlo che il bel sceriffo che lavora ad Apishipa meriti un’opportunità . Scopriranno di avere un interesse comune: il BDSM. Questo presuppone fiducia e insieme capiranno cosa significa andare avanti e superare i confini dell’amicizia e dell’interesse comune per arrivare fino all’amore. Ma prima che i loro sentimenti diventino troppo profondi, un uomo, segretamente innamorato di Jack cercherà di intromettersi. Riuscirà a dividerli?


Jack Colton dedicated his life to two things, the law and the love of a good man named Martin. When Martin dies Jack goes into mourning so deeply that he starts to see his late husband everywhere. Martin tells Jack that he needs to move on and find another love but Jack is holding on too hard to his love and his job to see love when it speeds through the small sleepy town he watches over. Rebel Marino lives up to his name. He fights hard not only with his fists but to keep from letting anyone get close. Rebel inherits a home and business from his favorite aunt, whom he sees even though she recently passed away. She tries to convince him that the tall handsome sheriff is worth a leap of faith. Together they start to discover what it means to move on, to trust, and push the boundaries of not only their interest in BDSM but of love itself but will a third man who is secretly in love with Jack come between them and rip them apart before their love can fully bloom?

Recensione di Anita:

Era da tempo che non leggevo un romanzo BDSM: la ragione principale era che spesso (a parte rari e preziosi casi) trovavo questi romanzi più una serie di contorsioni erotiche che storie d'amore. Come ormai saprete leggo veramente di tutto basta che mi trasmetta emozioni... ebbene in questo romanzo ho trovato moltissime emozioni e moltissimo sentimento!
Rebel e Jack non potrebbero essere più diversi in apparenza ma fin dal primo incontro entrambi percepiscono qualcosa, una connessione che li porterà l'uno verso l'altro e li porterà sopratutto a testare e oltrepassare i loro limiti. Entrambi stanno soffrendo: Rebel per un passato che lo ha fatto diventare un uomo duro con uno scarso controllo degli impulsi violenti, e Jack per la morte dell'amatissimo marito (nonostante siano passati già tre anni). Ho amato molto l'avvicinamento tra i due, la forza e la "spietatezza" di Jack nell'ottenere la resa e l'amore dell'uomo difficile del quale si è innamorato, e il cambiamento profondo in Rebel. 
Una storia scritta molto bene e che, nonostante i numerosi personaggi, scorre liscia e veloce verso un bellissimo finale. 
Mi resta solo una domanda: quando uscirà il seguito? Sono già in astinenza!!!!
Voto: 8


Avete letto questo romanzo? Cosa ne pensate?

Nessun commento:

Posta un commento