lunedì 18 maggio 2015

I Resti di Billy di Jamie Fessenden

In occasione dell'uscita oggi in Italia di questo romanzo bellissimo e struggente volevo riproporvi la mia recensione:
Titolo: I Resti di Billy
Titolo Originale: Billy's Bones (2013)
Autore: Jamie Fessenden
Editore: Triskell Edizioni
Anno: 2015
Pagine: 271
Genere: Contemporaneo, M/M, Thriller
Ambientazione: New England, USA
Collegamenti con altri romanzi: no
Livello di sensualità: warm

Trama: Kevin Derocher ha trentadue anni quando entra nell’ufficio di Tom Langois. Sposato da poco, un bambino in arrivo, e il colletto della camicia di flanella rossa sollevato in modo da coprire il livido attorno alla gola, provocato dal suo tentativo di suicidio. Dopo un consulto iniziale, il terapista è convinto che non lo vedrà mai più, ma Kevin si presenta casualmente tre anni più tardi per eseguire delle riparazioni proprio nella nuova casa di Tom. Kevin e Tom diventano subito amici, e Tom inizia a sospettare che Kevin possa essere interessato a qualcosa di più di una semplice amicizia. Tuttavia, Kevin sembra ossessionato da qualcosa accaduto durante la sua infanzia, qualcosa di terribile che ha dovuto chiudere fuori dalla mente. Quei ricordi soppressi gli impediscono di avvicinarsi a qualcuno senza andare nel panico o perdere il controllo, a volte violentemente. Ma quando il suo passato comincia a riaffiorare, diventa evidente che lui possa essere la chiave di un mistero vecchio di venticinque anni: cosa è successo a Billy?

Kevin Derocher was thirty-two when he walked into Tom’s office, newly married, a baby on the way, and the collar of his red flannel shirt pulled up to hide the bruises around his throat from when he hanged himself in his garage. After his initial consult, therapist Tom Langois believes he’ll never see Kevin again—but Kevin turns up three years later to make repairs on Tom’s new house. Kevin and Tom become fast friends, and Tom begins to suspect Kevin may be interested in more than friendship. However, Kevin remains haunted by something from his childhood—something so terrible he blocked it from his mind. These suppressed memories make it impossible for Kevin to get close to anyone without panicking and lashing out, sometimes violently. But as his past begins to surface, it becomes apparent that Kevin may hold the key to a twenty-five-year-old mystery: what happened to Billy?

Recensione di Anita:

E' il primo romanzo di questo autore che leggo ma sicuramente non sarà l'ultimo. Nonostante le tematiche difficili e dolorose di cui tratta è scritto talmente bene, in maniera delicata e approfondita che rende impossibile non leggerlo. Capiamo fin dalle primissime pagine che Kevin ha subito un trauma, crediamo a poco a poco di capire di che genere di trauma si tratti, ma non siamo assolutamente preparati alla sconvolgente verità. Più volte vi ho detto che quando leggo un libro "vivo" la storia... ebbene leggere quella parte è stato più che sconvolgente, nonostante l'autore non indugi nei particolari, anche perchè viviamo il tutto attraverso gli occhi di Kevin. (importante leggere la premessa fatta dallo scrittore)
Ciò che ho amato moltissimo del romanzo è il lento avvicinamento tra i due, l'infinita dolcezza e pazienza di Tom, e l'incredibile forza interiore e coraggio di Kevin. Viviamo con loro un'altalena di sentimenti ed emozioni e scopriamo con loro ciò che veramente è accaduto e ciò che ha portato Kevin a diventare l'uomo che è. Meraviglioso e pieno di speranza il finale.
Un romanzo non facile da leggere, emotivamente provante ma che, una volta iniziato, è impossibile lasciare. Ora che è passato un pò dalla lettura devo dirvi che, seppure ovviamente ricordo tutte le parti drammatiche, ciò che mi è rimasto di più è la felicità e la speranza che il finale ci regala.
Commovente, disturbante, avvincente... leggetelo!
Voto: 9

Nessun commento:

Posta un commento