venerdì 29 maggio 2015

Il Timido e il Porta Guai di Kade Boehme


Titolo: Il Timido e il Porta Guai
Titolo Originale: Trouble & the Wallflower (2014)
Autore: Kade Boehme
Editore: Triskell Edizioni
Anno: 2015
Pagine: 185
Genere: Contemporaneo, M/M, Romance
Ambientazione: Seattle, USA
Collegamenti con altri romanzi: no
Livello di sensualità: hot

Trama: Le capacità relazionali di Davy Cooper sono quasi inesistenti, visto che è cresciuto in una solitudine quasi totale da una madre affetta da agorafobia. Ora che è morta, Davy ha bisogno di farsi degli amici per la prima volta nella sua vita. Viene notato da Gavin Walker, ma è talmente intimidito da quel ragazzaccio che veste alla moda, sexy e sicuro di sé, da gettare via il suo numero di telefono ogni volta che gli viene offerto.
Quando Gavin lo difende da un tizio maleducato, Davy inizia ad affezionarsi un po' a lui. Ma, con la sua esperienza limitata, pensa che loro due siano troppo diversi e che qualsiasi cosa di più profondo di una conoscenza superficiale finirà in un disastro totale.

Raised in near seclusion by an agoraphobic mother, Davy Cooper’s social skills are almost nonexistent. Now that his mother has died, he needs to make friends for the first time in his life. He catches Gavin Walker’s eye, but the sexy, confident, bad boy hipster intimidates shy Davy so much that he throws away Gavin’s number every time he offers it. When Gavin defends Davy from a rude guy, Davy begins to warm to him. However, with his limited experience, he thinks he and Gavin are too different, and anything more than a casual acquaintance will end in complete disaster.

Recensione di Anita:

Un romanzo dolce e delicato che parla dell'improbabile rapporto tra un ragazzo patologicamente timido e uno sciupa-uomini... All'apparenza, infatti, le cose stanno così ma la bellezza e la peculiarità di questo romanzo sono proprio nei suoi protagonisti, nei loro lati nascosti e nella loro maturazione. Davy è stato tenuto isolato e praticamente rinchiuso in casa dalla madre che soffriva di una grave forma di agorafobia. Questo lo ha reso timido e inesperto nelle interazioni sociali. Gavin pare essere il suo esatto opposto: sicuro di se, di successo, con uomo diverso ogni sera, ma in realtà nasconde in questo modo profonde ferite. Non sarà facile per i due fidarsi e lasciarsi andare ai sentimenti ma, complici anche alcune situazioni drammatiche, capiranno che possono contare l'uno sull'altro e che sono perfetti come coppia. Oltre ai due protagonisti sono caratterizzati benissimo e fondamentali per la trama anche i personaggi secondari: Ray (il nonno di Gavin) e il gruppo di amici di Gavin. 
Una bella lettura con  alcune svolte inaspettate e scene dolcissime.
Voto: 7,5

Avete letto questo romanzo? Cosa ne pensate?

Nessun commento:

Posta un commento