giovedì 24 dicembre 2015

Il mio Capodanno Osè di Brad Tanner


Titolo: Il mio Capodanno Osé
Titolo Originale: My Naughty New Year’s Eve (2014)
Autore: Brad Tanner
Traduttore: Francesca Giraudo
Editore: Self Publishing
Anno: 2015
Pagine: 28
Genere: Contemporaneo, M/M, Romance, Racconto
Ambientazione: Londra, UK
Collegamenti con altri romanzi: no
Livello di sensualità: hot

Trama: È Capodanno e Parker, un newyorkese in trasferta a Londra per lavoro, si sente solo. Un improvviso colpo di fortuna gli fa incontrare Jack, lo splendido ragazzo inglese che gli consegna una pizza a domicilio. I due si piacciono all'istante e poco dopo si ritrovano a scambiarsi effusioni sul divano. Quella
stessa sera, Jack invita Parker alla festa di Capodanno di un amico e quello che era nato come un incontro casuale, si trasforma in una storia romantica. C'è un solo problema: Parker deve tornare a New York.

Parker is a New Yorker working in London on New Year’s Eve. He’s lonely. Yet the lucky turn of fate brings him together with a handsome English guy, Jack, who delivers a pizza to Parker. The two immediately like each other and hook up. Afterward, Jack invites Parker to a friend’s NYE party. What was just a casual encounter turns into a romance. There is one problem though: Parker has to go back to New York.

Recensione di Anita:

Trovarsi da soli, dall'altra parte del mondo, senza prospettive per il capodanno non deve essere assolutamente piacevole. Parker decide di mangiarsi una pizza per cena ed è così che, oltre al cibo, gli viene consegnato il regalo più dolce e piacevole che si possa immaginare: Jack. Tra i due l'attrazione fisica è immediata ma capiscono anche che c'è di più: un di più, però, ostacolato dall'imminenete partenza di Parker. Di questo racconto mi ha colpito soprattutto la volontà di mettersi in gioco da parte di due ragazzi che seguono senza esitazioni la fortissima alchimia che li attira l'uno verso l'altro ma anche i sentimenti possibili. Ho amato molto anche il finale non-convenzionale.
Voto: 7,5

Avete letto questo racconto? Cosa ne pensate? Vi piacerebbe leggerlo? 

Nessun commento:

Posta un commento