martedì 8 marzo 2016

Spietati Gentiluomini di Ginn Hale


Titolo: Spietati Gentiluomini
Titolo Originale: Wicked Gentlemen (2007)
Autore: Ginn Hale
Traduttore: Ida Giannini
Editore: Triskell Edizioni
Anno: 2016
Pagine: 219
Genere: Fantasy, M/M, Romance
Ambientazione: \
Collegamenti con Altri Romanzi: no
Livello di Sensualità: leggero

Trama: Belimai Sykes è molte cose. È un prodigo, il discendente di antichi diavoli, una creatura di oscure tentazioni e rari poteri. È anche un uomo con un passato brutale e una pericolosa dipendenza.
E Belimai Sykes è l’unico uomo a cui il capitano William Harper può rivolgersi quando deve affrontare una serie di sanguinosi omicidi.
Il signor Sykes, però, non lavora gratuitamente e il prezzo della sua frequentazione costerà al capitano Harper ben più della propria reputazione.
Dai palazzi sontuosi dei nobili, dove la vivisezione e la stregoneria sono celati da una patina dorata, ai quartieri malsani dei Bassinferi, il capitano Harper deve combattere per la giustizia e per la propria vita.
Ha molti nemici e il suo unico alleato è un diavolo che conosce fin troppo bene. Sono questi i pericoli che si incontrano quando si ha a che fare con gli spietati.

Belimai Sykes is many things: a Prodigal, the descendant of ancient demons, a creature of dark temptations and rare powers. He is also a man with a brutal past and a dangerous addiction. And Belimai Sykes is the only man Captain William Harper can turn to when faced with a series of grisly murders.But Mr. Sykes does not work for free and the price of Belimai's company will cost Captain Harper far more than his reputation. From the ornate mansions of noblemen, where vivisection and sorcery are hidden beneath a veneer of gold, to the steaming slums of Hells Below, Captain Harper must fight for justice and for his life. His enemies are many and his only ally is a devil he knows too well. Such are the dangers of dealing with the wicked.

Ve lo dico subito: questo romanzo mi è piaciuto da impazzire!!! Come spesso mi accade quando recensisco una storia che mi ha veramente entusiasmato, ho paura di non riuscire a trasmettervi il perchè del mio entusiasmo ma, come al solito ci proverò!
  1. Innanzitutto ho amato moltissimo i protagonisti: Belimai e Harper. I due appaiono assolutamente diversi e sembrerebbero lontani anni luce l'uno dall'altro (un demone dedito alla droga il primo, un rigido capitano dell'inquisizione il secondo), ed invece entrambi nascondono dei segreti ma sono disposti a sacrificare perfino se stessi per gli altri. Sono uomini tormentati che però mantengono un'integrità che li porta talora ad andare anche contro le leggi per fare la cosa giusta.
  2. Il mondo creato dalla Hale mi ha risucchiato subito al suo interno. E' descritto talmente bene che mi sembrava di vedere le fumose ed umide atmosfere della Londra vittoriana, in un mondo in cui convivono, in modo tutt'altro che pacifico, umani ed esseri che sono i diretti discendenti dei diavoli. Questi ultimi vivono nei bassifondi e sono sottoposti al ferreo controllo dell'inquisizione, che tutto può.
  3. La storia narrata mi ha catturato immediatamente: la scrittrice utilizza uno schema narrativo particolare che può, ad un certo punto, lasciare un pochino spiazzati... vedrete che tutti i nodi verranno al pettine e che il finale soddisferà ogni curiosità.
  4. Ho vissuto spesso la trama come una metafora della paura e dell'odio verso il diverso.
Leggetelo, vedrete che non ne rimarrete assolutamente delusi e, anzi, come me vorrete che l'autrice ci parlasse ancora di Belimai e Harper!
Voto: 9

Avete letto questo romanzo? Cosa ne pensate? Vi piacerebbe leggerlo?

Nessun commento:

Posta un commento