lunedì 4 aprile 2016

Paradiso Rimpianto di Amy Lane


Titolo: Paradiso Rimpianto
Titolo Originale: Mourning Heaven (2012)
Autore: Amy Lane
Traduttore: Rebecca Martignoni
Editore: Dreamspinner Press
Anno: 2016
Pagine: 179
Genere: Contemporaneo, M/M, Romance
Ambientazione: California, USA
Collegamenti con altri romanzi: no
Livello di sensualità: hot

Trama: Gli eroi cadono. Peter mette piede per la prima volta nella cittadina di Daisy, in California, quando è ancora un bambino ed è accompagnato da una sola certezza: suo cugino Michael si prenderà cura di lui. Poi Michael stringe amicizia col fragile e tormentato Bodi Kovacs e l’unica consolazione di Peter, dopo aver perso ogni possibilità di avere Bodi per sé, è che il cugino si occuperà anche di quest’ultimo. Ma la tragedia li colpisce e Michael si esilia dal loro mondo, gettando via l’affetto di chi l’ama di più. Sei anni dopo, Michael sta per tornare a casa in una cassa. Per distruggere un eroe è bastata una città piena di bigottismo e odio. Per reclamarlo serve una forza d’animo che né Peter né Bodi avevano sei anni prima. Da quando Michael li ha abbandonati, Bodi è perso e solo. Peter cerca di farlo suo e assumere il ruolo che avrebbe dovuto essere del cugino, ma prima di tutto lui e Bodi devono affrontare il passato. Devono affrontare Michael, i suoi pregi e i suoi difetti, la bellezza e la tristezza, e ricordarlo per quello che è stato davvero e non per quello che avrebbe potuto essere. È un gesto semplice che potrebbe distruggerli entrambi: passare al setaccio le macerie in fiamme del paradiso è un sistema infallibile per annichilire un cuore mortale che soffre.

Heroes fall. Peter first came to the tiny backwater of Daisy, California, as a child, and he was sure of one thing: his cousin Michael would take care of him. When Michael started a friendship with the fragile, haunted Bodi Kovacs, Peter's consolation in losing any claim to Bodi was that Michael would care for him too. But tragedy struck, and Michael ripped himself out of their world and threw away the people who loved him most. Six years later, Michael is coming home in a box. All it took to destroy a hero was a town full of bigotry and hatred. Reclaiming him will take strength of heart that neither Peter nor Bodi had six years ago. Since Michael left, Bodi has been lost and alone. Peter can try to make Bodi his and take the role Michael should have had, but first he and Bodi have to confront the past. They will need to face Michael, the good and the bad, the beauty and the sadness, and see his memory truly for what it was and not what it could have been. It's a simple act that may destroy them both: sifting through the flaming ruins of heaven is a sure way to annihilate a bleeding mortal heart.

Allora, preparate i fazzoletti, preparatevi a soffrire ma preparatevi anche ad amare immensamente questa storia: "Paradiso Rimpianto" è, forse, uno dei romanzi migliori di questa bravissima autrice (e badate bene che ho adorato ogni suo dolorosissimo libro!).
Peter è stato lasciato a Daisy, un piccolo e bigotto paesino della California, per vivere con sua zia poichè la madre giovane e indigente non riusciva più a prendersene cura. Il bimbo è sempre stato più maturo della sua età e, in qualche modo, diverso dai suoi coetanei: diversità che si è dimostrata anche con il suo enorme coraggio e la sua grandissima intelligenza. Ad accoglierlo a Daisy e a proteggerlo c'è sempre stato Michael, il cugino di Peter, un ragazzo che tutta la città adora. Ma a causa dell'ignoranza e dell'odio della piccola comunità, Michael si troverà a fare delle scelte che faranno soffrire chi ama e che lo faranno ritornare a casa in una bara. Peter è devastato ma deve farsi forza, per se stesso e per Bodi, il ragazzo fragile e sensibile che ha sempre amato.
Questo romanzo è in linea con lo stile e con le storie di quest'autrice ma questa volta non ho sofferto atrocemente perchè ho trovato, proprio come Bodi, grande conforto nella forza e nella sicurezza di Peter.
Anche la narrazione che ci fa scoprire a poco a poco cosa è successo e perchè Michael ha fatto quelle scelte ci permette di metabolizzare meglio la sofferenza (che comunque ci fa attraversare!).
Voto: 9,5

Avete letto questo romanzo? Vi piacerebbe leggerlo? Cosa ne pensate?

Nessun commento:

Posta un commento