giovedì 19 maggio 2016

Sulle Note del Tempo di Josh Lanyon


Titolo Originale: Stranger on the Shore (2014)
Autore: Josh Lanyon
Traduttore: M. Tadiello, F. Lombini
Editore: HarperCollins Italia
Anno: 2016
Pagine: 336
Genere: Contemporaneo, M/M, Mystery
Ambientazione: Long Island, USA
Collegamenti con altri romanzi: no
Livello di sensualità: warm 

Trama: Griff Hadley, reporter di cronaca nera, non riesce a dimenticare la vicenda del rapimento e della scomparsa, vent'anni prima, del piccolo Brian Arlington. Si pensa che sia morto, ma il corpo non è mai stato ritrovato. Griff decide di scrivere un libro sulla vicenda e sorprendentemente riesce a ottenere il permesso di soggiornare a Winden House, residenza degli Arlington. La sua presenza, però, sembra suscitare sentimenti contraddittori sia nei componenti della famiglia, che non gradiscono l'idea di dare in pasto al pubblico la propria vita, sia nel legale che li rappresenta, Pierce Mather, convinto che le intenzioni di Griff non siano limpide come lui afferma. Ma in quel mondo artefatto in cui ricchezza, gelosia e falsità vanno a braccetto, nulla è come sembra e così Pierce e Griff si ritrovano a combattere la stessa battaglia e a scoprire un'assurda verità. Perché il tempo, pur avendo sbiadito i ricordi, nulla ha potuto contro i sentimenti, rimasti inalterati come le note di Stranger on the shore che continuano ad aleggiare nel giardino della villa.

Twenty years ago young Brian Arlington, heir to Arlington fortune, was kidnapped. Though the ransom was paid, the boy was never seen again and is presumed dead. Pierce Mather, the family lawyer, now administers and controls the Arlington billions. He's none too happy, and more than a little suspicious, when investigative journalist Griffin Hadley shows up to write about the decades-old mystery. Griff shrugs off the coldly handsome Pierce's objections, but it might not be so easy to shrug off the objections of someone willing to do anything to keep the past buried.

In occasione dell'uscita in Italia di un romanzo che ho adorato volevo riproporvi la mia recensione, scritta ormai più di due anni fa (QUI):

"Josh Lanyon non ne sbaglia una! Questo nuovo romanzo dimostra ancora una volta la grande bravura e la grande maestria dell'autore nel gestire una storia potenzialmente difficile da rendere credibile. Ed invece ogni frase, ogni situazione, ogni passaggio è esattamente quello che avrei voluto leggere; ogni emozione è assolutamente perfetta per il momento. Ok... non so se tutto questo mio blaterare rende l'idea, ma è un romanzo "quasi" perfetto (e dico quasi perchè la perfezione a mio parere non esiste!). Ho amato molto questa storia in cui passato e presente si intrecciano con la loro crudeltà ma anche con delle enormi potenzialità; ho amato sopratutto Griff e Pierce con la loro riluttante attrazione e i loro crescenti sentimenti. 
Un romanzo a cui non manca praticamente nulla: un mistero vecchio di vent'anni da risolvere, una storia dolce e romantica, una scrittura elegante, scorrevole ed evocativa che ti fa "vivere" i luoghi e le situazioni narrate. Come dicevo prima: una storia quasi perfetta!
Voto: 9"


P.S.: Se volete creare la giusta atmosfera ascoltate la splendida canzone che da il titolo al libro in lingua originale: "Stranger on the Shore" di  Mr Acker Bilk...

4 commenti:

  1. assolutamente d'accordo con te. Più che leggerlo me lo sono bevuto. Come tutti i libri di Josh Lanyon ha il giusto mix di mistero e amore e soprattutto nessuna volgarità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella!!! Lanyon ha uno stile ed una raffinatezza che mi fanno amare moltissimo tutto ciò che scrive. Questo romanzo, poi, ha una marcia in più! :)

      Elimina
  2. Devo ancora prenderlo, ma Lanyon mi piace tantissimo quindi sono certa che anche Sulle note del tempo mi conquisterà *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa!!! Ne sono certa! Fammi sapere cosa ne pensi quando l'hai letto! :)

      Elimina