giovedì 16 giugno 2016

Possession: Ascesa di Valentina C. Brin


Titolo: Possession: Ascesa
Autore: Valentina C. Brin
Editore: Self Publishing
Anno: 2016
Pagine: 373
Genere: Storico, M/M, Dark Romance
Ambientazione: Londra, UK, 1680
Collegamenti con altri romanzi: si, fa parte della serie (M/F ed M/M) "Obsession", attualmente così composta
  1. Obsession
  2. Il Prezzo della Passione
  3. L’Uomo di Fede
  4. Possession - Ascesa
Livello di sensualità: hot 

Trama: Londra, 1680. Per il giovane Charles Rochester, marchese di Bolton ed erede del duca di Norfolk, desiderare un uomo è inaccettabile: la feroce attrazione che il nuovo servo suscita in lui deve essere soffocata a qualunque costo. Tuttavia non è facile costringere il cuore a tacere quando coloro che dovrebbero comprenderti ti tradiscono e l'unica persona leale sembra essere la sola da cui cerchi disperatamente di scappare. Per Dorian Pratt, invece, non c'è speranza: capisce subito di essere perduto non appena posa gli occhi sul suo signore. Sa bene che non potrà mai averlo, eppure impedire al proprio corpo di reagire in sua presenza sembra essere impossibile.
Quando i pericolosi segreti nascosti tra le mura di Norfolk House vengono a galla, tutto precipita. C'è solo un modo in cui Charles può sperare di tenere Dorian con sé, ma per poterci riuscire deve essere pronto a sacrificare il valore più importante che Dio gli ha donato: la propria umanità.
I torti non si perdonano e per il sangue versato c'è sempre un prezzo da pagare.

Sono un pochino in difficoltà nel recensire questo romanzo, inoltre, anche se solitamente non amo raccontare molto della trama, questa volta sarà necessario: cercherò di mantenere gli spoiler al minimo ma ci saranno.
Perchè sono in difficoltà? Perchè a tratti mi ha disturbato e, alla fine, non mi ha lasciato la bella sensazione che ricerco nella lettura per sfuggire al quotidiano. Il romanzo è scritto veramente bene, la Brin ha uno stile ricco, fiorito ed evocativo ma senza che questo risulti pesante o erudito, e la storia ti cattura subito e ti fa entrare in un mondo oscuro dal quale è impossibile staccarsi fino alla fine ma, ahimè, ho provato immediatamente una profonda antipatia (che a tratti sconfinava nell'odio) per Charles. Ho vissuto con lui i suoi tormenti e le vicende che lo hanno reso un uomo crudele e sadico (anche se forse un pochino malato?), ma non ho trovato nulla che potesse in qualche modo giustificare la sua cattiveria o mitigare il mio giudizio nei suoi confronti: Charles è un assassino e un manipolatore, punto. In tutto ciò, anche se posso capire l'attrazione che esercita su Dorian, faccio fatica ad accettare la cieca fiducia e l'amore con cui il valletto segue il suo padrone.
Questo libro è un dark romance (e sottolineo DARK), nel quale la violenza (agita e minacciata) gioca un ruolo fondamentale e che termina con un cliffhanger: forse non adatto a tutti i palati ma sicuramente meritevole.
Voto: 7

Avete letto questo romanzo? Cosa ne pensate? Vi piacreebbe leggerlo?

5 commenti:

  1. Ciao Anita, grazie mille per le tue parole! In effetti, come dici tu, in Possession non c'è nulla che giustifichi le azioni di Charles perché semplicemente non si possono giustificare. Con questo romanzo ho voluto dare ai lettori una panoramica approfondita sul suo mondo (in Obsession Charles è l'antagonista, e ovviamente anche lì commette azioni riprovevoli) in modo da dare loro gli strumenti per decidere se condannarlo definitivamente o "assolverlo", in un certo grado. Grazie per averlo ritenuto comunque meritevole, nonostante i contenuti siano forti e non per tutti. Un abbraccio e grazie anche per avermi aperto le porte del tuo blog :*

    RispondiElimina
  2. Ciao Anita, grazie mille per le tue parole! In effetti, come dici tu, in Possession non c'è nulla che giustifichi le azioni di Charles perché semplicemente non si possono giustificare. Con questo romanzo ho voluto dare ai lettori una panoramica approfondita sul suo mondo (in Obsession Charles è l'antagonista, e ovviamente anche lì commette azioni riprovevoli) in modo da dare loro gli strumenti per decidere se condannarlo definitivamente o "assolverlo", in un certo grado. Grazie per averlo ritenuto comunque meritevole, nonostante i contenuti siano forti e non per tutti. Un abbraccio e grazie anche per avermi aperto le porte del tuo blog :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina!!! Grazie a te! A volte fa bene uscire dalla propria "comfort zone" di lettura!

      Elimina
  3. sensazioni ambivalenti anche per me, ma non tanto per l'aspetto estremamente dark, quanto per la sospensione finale.
    un libro corposo come questo, scritto benissimo (e mi complimento con l'autrice)ha perso qualcosa con questo finale che finale non è, come se ti lasciassero in un punto di massima tensione al buio.
    il peso dei protagonisti poi cambia parecchio nel corso della lettura: all'inizio crediamo sia la storia di Dorian, ma in realtà è quella di Charles. ma non lo voglio intendere un difetto, perchè mi sono ritrovata alla fine totalmente coinvolta da questo personaggio pieno di oscurità. non ho bisogno di giustificarne le azioni per subirne il fascino.
    ora però attendo con ansia la fine della storia, non farci aspettare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dory!!! In effetti è difficile aspettare il resto della storia... speriamo che Valentina ci accontenti presto!

      Elimina