lunedì 15 agosto 2016

Klein Blue di Cristiano Pedrini


Titolo: Klein Blue
Autore: Cristiano Pedrini
Editore: Aletheia Editore
Anno: 2016
Pagine: 225
Genere: Contemporaneo, M/M, Romantic Suspense
Ambientazione: Northumberland, UK
Collegamenti con Altri Romanzi: no
Livello di Sensualità: leggero

Trama: Jayce Axel Collins è un ragazzo di diciotto anni che in seguito a una forte opposizione verso il ricco padre, decide di partire per raggiungere Northumberland, terra di pace e natura che il padre ha deciso di smantellare – acquistando un vecchio albergo diroccato, da sempre nel cuore degli abitanti di quel luogo - per controllare con i suoi occhi cosa andrebbe a distruggere e opporvisi, spinto comunque da un istinto di fuga da quel mondo ovattato che non gli appartiene e che lo porta a diventare turista nella terra bellissima che si ritrova a vivere e che lo riempie di pace sin dal primo giorno. Tra questi conoscerà Keith, il solo in grado di riuscire ad accettare e domare il carattere ribelle del ragazzino, facendo così capitolare il suo cuore sino a farlo innamorare di lui. La storia d’amore però non sarà la sola protagonista di quest’incredibile romanzo senza respiro, carico di buoni sentimenti ma anche di orrori, dove l’amore, l’adrenalina, l’avventura e la vita s’intrecceranno, creando una rete dalla quale il lettore difficilmente riuscirà a liberarsi prima dell’incredibile, innovativo e grandioso finale.

Devo ammetterlo: quando ho iniziato questo romanzo mi aspettavo tutt'altro!
Ci sono cose che mi hanno entusiasmato ed altre che mi hanno lasciata un pochino perplessa...
Cosa mi è piaciuto:
  • Jayce e Keith: due personaggi originali e particolari che ti incuriosiscono subito e ti invitano a seguirli nella loro avventura;
  • L'ambientazione: in bilico tra natura e storia, l'ambiente in cui si svolge la vicenda diventa quasi un personaggio aggiunto;
  • La trama: questa storia parte come storia romantica per virare poi, con una sfumatura di giallo, quasi ad un romanzo di denuncia.
Cosa non mi ha convinta del tutto? Beh diciamo che ci sono alcune situazioni poco chiare o che avrei preferito fossero chiarite di più ed alcune piccole ingenuità legate più allo stile, ma nel complesso niente più di lievi "sbavature".
Una piacevole lettura, a tratti sorprendente, che mi ha permesso di conoscere un nuovo e promettente autore.
Voto: 7,5

Leggerete questo romanzo? Cosa ne pensate?

Nessun commento:

Posta un commento