sabato 27 maggio 2017

Il Cameo di Ossidiana di Virginia de Winter


Titolo: Il Cameo di Ossidiana
Autore: Virginia de Winter
Editore: HarperCollins Italia
Collana: eLit
Anno: 2016
Pagine: 245
Genere: Storico, M/M, Paranormal Romance, Mystery
Ambientazione: Londra, UK fine '800
Collegamenti con altri romanzi: no
Livello di sensualità: solo baci

Trama: Londra, fine 1800 - Raven Armitage non si dà pace per la morte improvvisa dell'amata sorella Elizabeth ed è disposto a tutto pur di venire a capo del mistero che l'avvolge, dunque anche a carpire i segreti di Sebastian Fane, l'uomo che avrebbe dovuto sposarla, oltre che il più affascinante libertino del ton dopo Dorian Gray. Il loro primo incontro, sul selciato umido di una strada di Mayfair, non sembra nascere sotto i migliori auspici, e neppure quelli successivi, che culminano in un duello tra i brumosi prati di Battersea. Miracolosamente usciti quasi indenni dallo scontro, Raven e Sebastian capiscono che il destino ha legato le loro esistenze. Scoprono così la passione dopo la violenza, il tocco caldo sulla pelle dopo il gelo della voce, i segreti celati dietro un battito di ciglia e la dolcezza di un sorriso fatto per sedurre. Ma il tempo dell'amore dovrà aspettare perché le ricerche sull'inspiegabile morte di Elizabeth, che ruota intorno a un elegante cammeo di ossidiana, fa compiere loro un pericoloso viaggio nelle più oscure perversioni dell'animo umano...

Era da un po' che questo romanzo mi tentava e finalmente mi sono decisa a leggerlo. Cosa ne penso? L'ho letteralmente divorato!!!
Ecco cosa mi ha conquistata:
  1. L'atmosfera fumosa e misteriosa di una Londra "magica" e disincantata;
  2. Il freddo distacco di Sebastian: un uomo misterioso, all'apparenza arrogante e superficiale, ma che si capisce ha sofferto molto e che cerca di proteggersi contro il mondo ammantandosi di un'aria di superiorità e di indifferenza.
  3. La dolce determinazione di Raven: un ragazzo coraggioso e deciso, che non si ferma davanti a nulla per ottenere la verità che cerca, nemmeno davanti ai sentimenti.
  4. La simpatica scanzonatezza di Colin: riesce a rendere più leggeri anche i momenti drammatici.
  5. Il tocco paranormale/horror che ho trovato assolutamente perfetto nel racconto.
È un romanzo per il quale avevo grosse aspettative che sono state mantenute, anche perchè ho trovato perfettemente adatto alla storia lo stile particolare dell'autrice che a tratti ci lascia solo delle "pennellate" della vicenda, rendendo la narrazione fluida e vivace.
Voto: 8,5

Avete letto questo romanzo? Cosa ne pensate? Vi piacerebbe leggerlo?

Nessun commento:

Posta un commento