venerdì 9 giugno 2017

Il Canto di Oestend di Marie Sexton


Titolo: Il Canto di Oestend
Titolo Originale: Song of Oestend (2011)
Autore: Marie Sexton
Traduttore: Rita Demaria
Editore: Triskell Edizioni
Anno: 2017
Pagine: 492
Genere: Paranormal Romance, M/M, Fantasy
Ambientazione: Oestend
Collegamenti con altri romanzi: si, è il primo romanzo della serie "Oestend", attualmente così composta
  1. Il Canto di Oestend - Song of Oestend
  2. Saviours of Oestend
Livello di sensualità: hot

Trama: I simboli hanno potere… Aren Montrell ha sentito parlare degli spettri di Oestend: misteriose creature che sbucano di notte e uccidono chiunque si trovi all’aperto. Non ha mai avuto ragione di credere alle storie, ma dopo aver accettato un posto come contabile al BarChi, un polveroso ranch nella remota prateria di Oestend, Aren impara presto quanto gli spettri siano reali. Di colpo, si ritrova a vivere in una presunta casa infestata, sigilli e generatori sono le sue uniche protezioni contro le creature invisibili della notte. Come se non bastasse, deve fare i conti con una burbera, vecchia signora cieca, “mucche” mai viste prima, oltre al fatto di essere apparentemente diventato lo scapolo più desiderato dei dintorni. Aren diventa anche l’unico confidente di Deacon, il nerboruto capomastro del BarChi. Deacon dirige il ranch con il pugno di ferro, ed è felice di avere finalmente qualcuno con cui parlare. Mentre la loro relazione si fa sempre più stretta, Aren scopre che c’è molto di più in Deacon e nel BarChi di quanto osasse sospettare. Deacon sembra determinato a negare sia le sue origini sia ogni diritto sul BarChi, ma se Aren vuole sopravvivere ai pericoli di Oestend, dovrà convincere il cowboy a smettere di fuggire dal suo passato e a reclamare finalmente ciò che gli spetta.
Best Gay Fantasy 2011 – Rainbow Awards

Aren Montrell has heard tales of the Oestend wraiths - mysterious creatures which come in the night and kill anyone who's not indoors. Aren's never had reason to believe the stories, but when he takes a job as a bookkeeper on the BarChi, a dusty cattle ranch on the remote Oestend prairie, he soon learns that the wraiths are real. Aren suddenly finds himself living in a supposedly haunted house and depending on wards and generators to protect him from unseen things in the night. As if that's not enough, he has to deal with a crotchety old blind woman, face "cows" that look like nothing he's ever seen before, and try to ignore the fact that he's apparently the most eligible bachelor around. Aren also finds himself the one and only confidante of Deacon, the BarChi's burly foreman. Deacon runs the BarChi with an iron fist and is obviously relieved to finally have somebody he can talk to. As their relationship grows, Aren learns there's more to Deacon and the BarChi than he'd anticipated. Deacon seems determined to deny both his Oestend heritage and any claim he may have to the BarChi ranch, but if Aren is to survive the perils of Oestend, he'll have to convince Deacon to stop running from the past and finally claim everything that's his.

Una nuova grande prova per la bravissima Marie Sexton: questo romanzo ha saputo sorprendermi ed emozionarmi come non credevo possibile leggendo la trama.
Il punto forte è l'ambientazione in una terra dura e spietata come gli uomini che la abitano: l'Oestend è un territorio che non fa sconti a nessuno, dov'è possibile morire semplicemente dimenticandosi di chiudere le finestre di notte. Lo scopre fin dal suo arrivo il giovane contabile Aren che ha accettato il posto vacante al BarChi soprattutto per sfuggire ad una vita che lo ha sempre fatto sentire inadeguato. Aren deve far ricorso a tutte le sue risorse per sopravvivere e mantenere la sua sanità mentale nell'Oestend, ma avrà anche modo di dimostrare il suo valore più e più volte. La sua amicizia con Deacon, poi, aiuterà entrambi e avrà degli sviluppi molto interssanti.
Non posso dirvi che leggere questo romanzo sia stato una passeggiata ma "Il Canto di Oestend" è sicuramente uno di quei libri che ti "arriva": con la potenza di un pugno nello stomaco e che non può lasciare indifferenti.
Voto: 9

Avete letto questo romanzo? Cosa ne pensate? Vi piacerebbe leggerlo? 

Nessun commento:

Posta un commento